Act n°1, un sogno fetish in passerella

Act n°1, il marchio creato dagli stilisti Luca Lin e Galib Gasanov, ha portato sulla passerella della Milano Fashion Week 2019 un sogno fetish.

21/02/2019 14:07
Descrizione
 
Gallery
 
Video
 
Comments
 
Contatti
 

Act n°1 è il marchio creato dagli stilisti Luca Lin e Galib Gasanov, che hanno avuto il loro esordio di successo con la vittoria dell’edizione 2017 di Who is on next?, un progetto di ricerca di giovani talenti.

Dopo aver vinto "Who is on next?" i due stilisti hanno riscosso molto successo in Italia, tanto che quest'anno hanno presentato la loro nuova collezione Autunno/Inverno 2019 sulla passerella della Milano Fashion Week, appoggiati anche dalla CNMI, la Camera Nazionale della Moda Italiana, che si occupa di sostenere i giovani stilisti emergenti.

Alle ore 11.30 di questa mattina (21 Febbraio), Act n°1 inizia il suo spettacolo alla Milano Fashion Week 2019 presentando la loro collezione, la location è arredata con uno stile intimo, luci soffuse e materassi illuminati, dove i modelli camminavano e si rotolavano, creano il set per questa collezione.

_____

Fonte Camera Nazionale della Moda Italiana.

_______

Le stampe di alcuni abiti sono molto in stile orientale, con stampe floreali o tigri, ma la collezione dei due stilist Luca Lin Galib Gassanoff soprende gli ospiti con una svolta elegante mista ad uno stile fetish, tailleur e longuette in seta abbinati a calze di pizzo, guanti in latex, alcuni modelli indossavano cappotti o coprispalla trapuntati, che richiamavano la trama dei materassi utilizzati per la scenografia. Alcuni dei modelli avevano degli accessori che di certo non sono passati inosservati, come "un anello al naso" color argento o catene indossate come collane sempre in stile molto fetish.

________

Fonte Camera Nazionale della Moda Italiana.

_______

Ciò che ha colpito gli ospiti non sono stati soltanto gli abiti, ma anche la scenografia che i due stilisti hanno presentato sulla passerella della Milano Fashion Week 2019, sembrava in tutto e per tutto di assistere ad un sogno, un sogno fetish.