Grace Kelly, icona di stile ed eleganza Cristian Dior dedica una mostra fotografica in suo onore

È passata alla storia come simbolo di bellezza assoluta e, il suo nome, racchiude in sè il concetto di eleganza, femminilità, raffinatezze e grazia.

05/04/2019 00:00
Descrizione
 
Gallery
 
Video
 
Commenti
 
Contatti
 

Grace Kelly, una donna indimenticabile
Grace Patricia Kelly, nasce a Filadelfia nel novembre del 1929 e muore prematuramente, per un incidente stradale, a Monaco nel settembre del 1982, all’età di appena cinquantadue anni.
È passata alla storia come simbolo di bellezza assoluta e, il suo nome, racchiude in sè il concetto di eleganza, femminilità, raffinatezze e grazia.
Moltissime donne, più o meno note, hanno cercato di imitare il suo inconfondibile stile, ovviamente avvicinandosi all'originale senza però riuscire a spiccare quanto lei.
Non per niente, Grace Kelly è stata oggetto di tantissimi libri e documentari, nel tentativo, talvolta mal riuscito, di spendere fiumi di parole per cercare di contestualizzare e spiegare la sua indiscutibile perfezione che si tramutava in abbigliamento elegantissimo e raffinato, in atteggiamenti reali, composti ed esemplari sempre perfettamente consoni al contesto. Per raccontare Grace Kelly più che mai si possono rivelare utili le immagini che la ritraggono calata nel suo ruolo di attrice prima,

__

__

e di principessa, poi. Per questo nel museo Christian Dior sarà allestita, dal 27 Aprile al 19 Novembre, una mostra fotografica in suo onore.

 

__

Grace Patricia Kelly deve la sua iniziale fama alla carriera di attrice, che l'ha portata a divenire una dei volti americani più famosi del ventesimo secolo. La sua straordinaria bellezza e bravura le hanno concesso ruoli di rilievo in film diretti da importantissimi registri, tra i quali Alfred Hitchcock e, nel 1955, venne premiata con l'Oscar come miglior attrice protagonista nel film Tre Country Girl

__

__

L'anno successivo il mondo resta di stucco, di fronte alla sua decisione di smettere i panni di attrice di successo e sposare Ranieri III, Principe di Monaco. Diventando la sua consorte, Grace Kelly assume il suolo di Principessa composta e raffinata, indiscussa icona di stile e di eleganza a rappresentanza della Casa Reale.
L’abbigliamento da Principessa
La nota costumista hollywoodiana Edith Head sosteneva che Grace Kelly non avesse bisogno di lustrini per esaltare la sua femminilità e la sua bellezza. Oggi, a distanza di cinquant’anni, possiamo dire che avesse pienamente ragione.
La bellezza della Principessa di Monaco stava nella grazia, nella movenza, nel portamento e nell’eleganza che contraddistingueva ogni suo atteggiamento. Come se questo non bastasse, dalla sua parte, Grace aveva un fisico perfetto e longilineo che le permetteva di indossare qualunque cosa facendolo apparire magico. Sia che si trattasse di un outfit ricercato per una serata di gala, che di un semplicissimo completo per la vita di tutti i giorni addosso a lei acquisiva una aspetto regale.
Nel 1955 Time l’aveva soprannominata "la ragazza con i guanti bianchi" e, nell’arco della sua vita divenne un’indimenticata icona di stile, fonte di ispirazione per tantissime donne di tutto il mondo.

__

__

Nella sua carriera di attrice e nella sua vita da Principessa si ritrovò spesso al centro dell’attenzione per le sue mise sempre impeccabili: che indossasse un abito da sera per solcare il red carpet o che preferisse semplici completi composti da camicia e pantaloni a vita alta, il risultato era sempre lo stesso… Una donna elegantissima e un portamento eccezionale.
Nel ricercare foto di questa donna non si può non inciampare nell’immagine che la ritrae con un ambito a righe con gonna ampia, indossato in occasione del film La finestra sul cortile. Gli anni Sessanta sono stati contraddistinti da abiti da cocktail puntualmente abbinati ad un foulard in tinta, negli anni Settanta ha privilegiato tubini, bluse, abiti a righe e gli immancabili maxi occhiali da sole. Il vero tocco di colore, e colpo di testa, nel suo guardaroba è stato un abito viola, indossato un anno prima della sua scomparsa, con maniche a sbuffo firmato Yves Saint Laurent.
Ciò che, sicuramente, hanno reso indimenticabile Grace sono stati gli abiti del suo matrimonio da favola. In occasione della celebrazione civile si presentò con un tailleur in taffetà rosa antico, mentre per il rito religioso optò per un vestito di seta con calotta e velo Giulietta.

La scelta di Dior
Il legame tra Christian Dior e il Principato di Monaco è una condizione consolidata ormai da molti anni, da quando, dapprima di diventare Principessa, Grace Patricia Kelly sceglie questa Maison rimanendole fedele praticamente per tutta la vita. Già durante la sua breve e folgorante carriera da attrice, la Kelly privilegiò gli abiti Dior per le sue occasioni formali, successivamente decise di rafforzare e confermare la sua scelta durante la vita da Principessa.
I vestiti di Dior, di altissimo prestigio, si contraddistinguono per una classe ed un’eleganza esclusiva nel suo genere e sembrano essere gli unici a interpretare lo stile di una donna dalla grazia ineguagliabile.

__

__


L’attrice, una volta diventata Principessa, sceglie gli abiti del couturier fin dalle prime occasioni ufficiali: l’annuncio del fidanzamento con Ranieri III di Monaco, le grandi celebrazioni di corte e i balli del principato. Una volta diventata madre, Grace non rinuncia allo stile Dior, e lo sceglie, ancora una volta, per la nascita dei suoi tre figli: Alberto II, Carolina e Stefania di Monaco. A tal proposito, l’estrema vicinanza tra la Principessa e lo stilista era tale da decidere di lanciare una linea per bambini: Baby Dior, la cui prima boutique venne inaugurata personalmente da Grace a Parigi nel 1967.
Anche dopo la morte dello stilista, avvenuta nel 1957, Grace Kelly rimase in contatto con la casa di moda, tanto da utilizzare gli abiti sia in occasione degli eventi di corte sia per il dailywear. A riprova del loro grande legame la maison regalò alla Principessa un cofanetto cinese del Settecento contenente rossetti, olii da bagno e una versione esclusiva deluxe del profumo Diorissimo.

Dior in onere di Grace Kelly
Fin dagli albori Dior diede grande risalto alla femminilità, realizzando abiti in grado di sublimare l’inimitabile eleganza femminile. Il connubio tra Grace Kelly e Dior era un evento quasi scontato: il design sofisticato e ricercato, la cui massima espressione si ha negli abiti da sera, ha permesso a Grace di essere impeccabile in qualsiasi contesto.
In più di qualche occasione il marchio ha reso omaggio a Grace Kelly celebrando il loro legame unico ed esclusivo, a testimonianza di un’intramontabile eleganza che ha concesso di sviluppare, nell’immaginario collettivo, l’idea di una femminilità indiscussa. La purezza, la grazia e l’eleganza di Grace si sono rilevate caratteristiche essenziali, racchiuse in un’unica donna divenuta, ben presto, la musa ispiratrice della maison.
A tal proposito, dal 27 Aprile al 19 Novembre, presso il museo Christian Dior

__

__

sarà possibile visitare una mostra fotografica degna dell'eleganza di Grace, nel tentativo di rendere merito e lustro ad una donna che è passata alla storia come icona intramontabile di classe.