Le 8 sfilate di moda più assurde e scenografiche di sempre!

05/02/2019 23:36
Descrizione
 
Gallery
 
Video
 
Commenti
 
Contatti
 

#1 Al primo posto troviamo Chanel ed il suo razzo

Chanel ha prodotto alcune delle esperienze sensoriali più trasformative di sempre quando si è trattato di un mega show della moda. Naturalmente, il semidio responsabile di questi spettacoli di moda in piena regola è nientemeno che Karl Lagerfeld.

Il prolifico stilista ha ricablato le nostre aspettative quando si trattava di consumare la moda in passerella, e le sue sfilate di moda Chanel sono eccentriche, cinematiche meraviglie.

Per il suo spettacolo più recente, Chanel ha trasformato il Grand Palais in una stazione spaziale, e presentato un missile a marchio Chanel che è letteralmente esploso. In realtà, è stata la meraviglia della scenografia cinematografica, perché un vero lancio di un razzo avrebbe senza dubbio ucciso qualsiasi forma umana dentro la stanza. 

Chi sa se negli anni a venire non ci sorprenderà con una mega sfilata sulla luna? 

#2 Pierre Cardin nel deserto Cinese 

Nel 2007 la location scelta da Pierre Cardin è in Cina nel deserto tra le dune della Mingsha Shan. Per il suo spettacolo organizza una straordinaria sfilata di moda tra sabbia rossa ed un immeso cielo azzurro. Lo stilista è rinomato per i suoi abiti all’avanguardia dalle forme geometriche ed è conosciuto per aver inventato nel 1954 il cosiddetto “bubble dress”. La sfilata in questione viene allestita in questo meraviglioso posto e viene chiamata la  “Montagna della sabbia che canta” – il nome deriva dal suono che il vento produce sulla sabbia – non lontano dalla città di Dunhuang, che si trova nella parte occidentale della provincia del Gansu, lungo il percorso della Via della Seta.

#3 Chanel Autunno/Inverno 2008 

Questo spettacolo potrebbe aver avuto luogo al culmine di una crisi della moda globale, ma Lagerfeld non è mai stato uno per spacciare l'austerità chic. In effetti, lo spettacolo è stato grandioso come ci si aspetterebbe, con una gigantesca giostra costruita appositamente per conquistare il Grand Palais. Ovviamente, era marchiato con le iconiche insegne di Chanel ed era ornato con gigantesche borse trapuntate, camelie, perle, barcaioli e fiocchi. Mentre l'economia globale implodeva, Lagerfeld non badava a spese per una sfarzosa giostra che presentava una collezione di tweed multicolore, denim, catene e maglie - il tutto per eccellenza

.

#4 Dior All’Opèra Garnier di Parigi

#John Galliano, allora direttore creativo di Dior da un anno, presentò la collezione per la primavera-estate 1998 all’Opéra Garnier di Parigi. L’intera collezione così come la sfilata erano interamente ispirate alla marchesa Luisa Casati (1881-1957), una donna molto eccentrica, amica e mecenate di artisti e scrittori tra l’inizio del Novecento e gli anni Venti. A conclusione della sfilata sulle modelle, che avevano sfilato scendendo le scale dell’Opéra, cadde una pioggia di coriandoli a forma di farfalla. L’effetto fu decisamente magico e unico nel suo genere!

#5 Moncler Grenoble 2011 Grand Central Station di New York

Merita sicuramente il 5 posto lo show di Moncler nel 2011. La location a "La Grand Central Station di New York" ha ospitato un pubblico curioso di quasi 500 tra artisti, ballerini e comparse di moda in quello che è stato pubblicizzato come il più grande show della settimana della moda di New York: Moncler Grenoble. Il flash mob è stato ideato dal belga Etienne Russo, uno dei più importanti organizzatori di sfilate al mondo.

#5 La Giostra di Louis Vuitton

L'ultima sfilata di Marc Jacobs per Luis Vuitton sarà sicuramente ricordata così: dalle cameriere della camera che spolveravano i gradini del locale fino alla giostra, alla fontana del giardino, all'orologio del treno, alle scale mobili e agli ascensori in ferro battuto - il tutto circondato da una serie di porte della camera d'albergo - questo luogo era come una scia di ricordi di collezioni passate. Un mix del "meglio", se mai ce ne fosse uno. Tutto è immerso nel buio pesto. La sfilata si è tenuta il 2 ottobre 2013 nella Cour Carrée, il cortile quadrato del Louvre di Parigi.

#6 l'iceberg di Chanel 

Nel 2010 Chanel, ha ottenuto un iceberg reale alto nove metri e pesante 265 tonnellate, importato dalla Scandinavia e fatto scolpire a mano. Fatto curioso: il Grand Palais dove si svolgeva lo spettacolo doveva essere tenuto a quattro gradi sotto Celsius (circa 28 gradi Fahrenheit) per evitare che il pezzo di ghiaccio si sciogliesse.

#7 Fendi festeggia i suo 90 anni alla Fontana di Trevi

Altro che "Totò e la Fontana di Trevi" Fendi e la sua sfilata mozzafiato ha sbalordito tutti. Sicuramente un party indimenticabile, festeggiava così i suoi 90 anni, tra arte e bellezza. Un gran numero di vip sono accorsi per vedere questo spettacolare show in una location di grande valore artistico.

#8 Couture Fall/Winter 2013

Per la sfilata couture d'autunno/inverno 2013 di Chanel, Lagerfeld ha trasformato il Grand Palais in un teatro bombardato. Le tende si aprono sotto un arco di proscenio bruciato e rivelano uno skyline di scintillante architettura postmoderna. Le superfici lucide di vetro dei grattacieli furono a loro volta riflesse in una processione di vestiti incrostati di paillettes.