UNA BREVE STORIA DELLA GIACCA SPORTIVA DA IERI AD OGGI

Una giacca sportiva è un cappotto corto a un solo petto, originariamente indossato dagli uomini. Solo nei primi anni 2000 è stato indossato sia da uomini che da donne. Simile a una giacca da abito in termini di vestibilità, dettagli e costruzione, è generalmente meno pronunciata nella forma rispetto a una giacca da abito. Originariamente destinata ad essere indossata nel paese per attività sportive, la giacca sportiva è spesso vista anche in molti altri contesti. Nel XIX secolo, la giacca originale di Norfolk era realizzata in tweed, a quadri o in tessuto di lana a spina di pesce, e il suo taglio era molto diverso da quello della giacca sportiva dell’inizio del XXI secolo. La giacca Norfolk non era solo una giacca di campagna, ma un abito progettato per uno scopo speciale, era destinata ai ricchi e poteva essere data da loro solo per il loro tempo libero.

Prima apparizione della giacca sportiva

Negli anni Sessanta del XIX secolo, la giacca sportiva faceva parte dell’abbigliamento da caccia indossato dal Duca di Norfolk. All’epoca era abbottonata fino al collo, aveva una piega a scatola centrata sul retro e due pieghe a scatola sul davanti. Per la sua struttura, il giubbotto era ideale per il tiro, con tasche a patta per le munizioni e le provviste. La cintura in vita permetteva al braccio del cacciatore di essere completamente mobile quando puntava l’arma. Queste giacche sportive erano spesso indossate con pantaloni da cacciatore di cervi e cappelli da cacciatore o, più raramente, con cappelli da bombetta.

Scegliere le giacche sportive casual non è così semplice. Di che colore devo indossare con i pantaloni blu navy? Sono stati tagliati da lana spessa o tweed in autunno e da tonalità rurali come senape, zenzero, verde e marrone (molto diverse dalle righe e dai colori a tinta unita indossati in città). La giacca sportiva era raramente indossata con altri indumenti outdoor, in quanto era a sua volta specificamente progettata per la vita all’aria aperta.

La giacca sportiva nel ventesimo secolo

All’inizio del XX secolo, la giacca Norfolk, ancora associata alla vita rurale, di cui godevano i nobili e i ricchi, era stata modificata rispetto al suo disegno originale. La cintura e le pieghe della scatola sono state rimosse, e si è cominciato a indossarla per altre attività, come l’abbigliamento per gli spettatori in occasione di eventi sportivi, e anche come alternativa alla tradizionale giacca a vento. Le spalle erano più piene, le maniche più larghe e i giromanica più larghi. La giacca sportiva permetteva agli uomini di vestirsi in modo diverso dopo il lavoro o nei fine settimana.

Quando l’abito da salotto ha iniziato a sostituire l’abito formale indossato in ufficio, la giacca di tweed è diventata una parte accettabile dell’abbigliamento casual. Questa nuova giacca sportiva, così come viene indossata dai consumatori urbani, è stata tagliata in uno stile più vicino a quello pensato per l’equitazione ed è stata solitamente indossata con pantaloni di flanella. Le giacche sportive New Look erano caratterizzate da tasche angolate in vita, una tasca sul petto e spesso bottoni in pelle, e un bordo a sbuffo al posto del solito bordo liscio associato agli abiti. Sono state sviluppate altre caratteristiche, come la toppa in pelle al polso o anche al gomito. Il desiderio di mantenere una chiara differenza tra l’abbigliamento indossato sul lavoro e quello indossato nel tempo libero ha chiaramente incrementato le vendite della giacca sportiva.

Tuttavia, molte professioni creative, come la pubblicità negli anni ’60, hanno iniziato a permettere al loro personale di indossare la giacca sportiva come abbigliamento da lavoro. Per molti è diventata un’espressione di libertà e di individualismo. L’informalità del look ha dato agli uomini l’opportunità di essere più creativi nella scelta dei tessuti e delle fantasie di quanto lo sarebbero mai stati con un abito formale. Anche il defunto Duca di Windsor osservò che più il design di una giacca sportiva era brillante, più gli piaceva.

L’evoluzione della giacca sportiva nel 21° secolo

Nei primi anni 2000, le giacche sportive erano disponibili in una vasta gamma di modelli e colori. Mentre l’idea della giacca separata si diffondeva in tutto il mondo, altri materiali sono stati utilizzati per tener conto delle variazioni climatiche. Il Seersucker è diventato uno dei preferiti negli Stati Uniti meridionali. Prendendo il nome dal persiano shlr-o-shakkar (letteralmente, latte e zucchero), la giacca a righe bianche e blu in questo tessuto leggero è diventata un classico americano. Gli italiani sono noti anche per la realizzazione di giacche sportive eccezionalmente leggere in tessuti morbidi. Tuttavia, per molti, le giacche sportive tradizionali tagliate a Savile Row a Londra o acquistate da un esperto di tweed come Cordings of Piccadilly rimangono dei classici. In queste versioni, i bottoni devono essere realizzati con materiali naturali, in particolare il corno, la fodera deve essere cucita a mano nella giacca e i polsini devono essere funzionali (cioè i bottoni devono essere allacciati nelle asole piuttosto che semplicemente cuciti come decorazione).

Come molti altri abiti che prima erano esclusivamente maschili, le giacche sportive sono state modificate nel taglio e nello stile per le donne. La giacca sportiva femminile, indossata con pantaloni o gonna di lana, è alla base di uno stile distintivo, elegante e casual allo stesso tempo. Per gli uomini, la vecchia regola secondo cui una giacca sportiva deve essere indossata con pantaloni o pantaloni di flanella grigia è stata rilassata. È perfettamente accettabile indossare una giacca con un elegante paio di pantaloni di fustagno, velluto a coste, pantaloni di cavalleria in twill, un semplice paio di pantaloni di lana semplice, o anche jeans. Con la crescente popolarità dell’abbigliamento casual, per molti uomini negli Stati Uniti e in Europa, la combinazione di giacca e pantaloni sportivi è considerata un look un po’ formale.

Moda senior: quali vestiti indossare?
Come trovare un abbigliamento eco-responsabile?